I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Docente utilizzato per la lotta contro il fenomeno della dispersione scolastica a favore del successo formativo e dell’inclusione

Docente utilizzato per la lotta contro il fenomeno della dispersione scolastica a favore del successo formativo e dell’inclusione dott.ssa Maria Grazia La Tona ( sede di utilizzazione i.c. de amicis )

FINALITA' DEL PROGETTO TERRITORIALE

•Sostenere la condivisione di una cultura orientata a garantire la realizzazione del diritto

allo studio e la promozione del successo formativo per tutti.

•Convalidare il modello territoriale interistituzionale d'intervento per la prevenzione e il

recupero della Dispersione Scolastica, già sperimentato negli anni precedenti.

•Supportare la prosecuzione delle R.E.P., Reti di Educazione Prioritaria per la

prevenzione/recupero del disagio socio-educativo.

•Attivare, coordinare i Gruppi Operativi di Supporto Psicoeducativo a livello di unità

scolastiche e reti di scuole per la progettazione, la realizzazione e la verifica di azioni

per la prevenzione/recupero del disagio scolastico.

•Promuovere incontri di coordinamento e di formazione in rete sulle tematiche del disagio

infanto-giovanile (Abuso e Maltrattamento dei minori, Disturbi Specifici di

Apprendimento, ….) rivolti ai docenti delle scuole afferenti all’Osservatorio.

•Offrire uno “spazio” di consulenza territoriale per docenti, operatori del terzo settore e

genitori, che disponga di una banca dati e di una documentazione psicopedagogica.

•Sostenere promuovere attività a supporto del diritto allo studio a garanzia dell’obbligo

formativo secondo le indicazioni della recente normativa.

•Individuare e intervenire nelle situazioni di difficoltà di apprendimento e di disagio

infanto/giovanile.

•Coordinamento Gruppi Gosp

•Area B.E.S. con particolare riferimento ai Disturbi Specifici di Apprendimento

•Prevenzione e contrasto delle fenomenologie di Bullismo e cyberbullismo

 

OBIETTIVI dell’osservatorio di area 

 Prevenire e contenere le diverse fenomenologie di dispersione scolastica

 Diffondere una cultura per la prevenzione della dispersione scolastica e la promozione

 del successo formativo di tutti gli alunni.

 Effettuare una analisi delle cause specifiche del disagio infanto/giovanile nel proprio

 contesto territoriale.

 Promuovere la costruzione di reti interscolastiche e interistituzionali per una

 ottimizzazione delle risorse territoriali esistenti.

 Sostenere il lavoro dei docenti nelle azioni di potenziamento/sviluppo

 dell’intervento preventivo sulle difficoltà di apprendimento.

 Favorire il coinvolgimento delle famiglie nell’azione educativa.

PIANO DI INTERVENTO

 Monitoraggio sistematico del fenomeno della dispersione scolastica (evasioni,

 abbandoni, frequenze irregolari) e delle situazioni di disagio multiproblematiche.

 Segnalazione dei casi di evasione, abbandono e frequenze irregolari

 Analisi delle segnalazioni dei casi altamente problematici e ipotesi d’intervento

 Realizzazione di una mappa delle risorse territoriali (Servizi, Associazioni, Istituzioni,

 ASL…) per eventuali gruppi di lavoro, accordi Interistituzionali per la prevenzione e

 recupero della dispersione scolastica.

 Diffusione di strumenti utili all’individuazione precoce delle difficoltà di

 apprendimento (questionari, tests standardizzati, …) e delle situazioni a

 rischio di dispersione scolastica

 Coinvolgimento degli OO.CC. per la diffusione e socializzazione dei dati, documenti,

 azioni intraprese.

 Partecipazione alle attività di formazione specifiche

 Promuovere spazi di ascolto, accoglienza, confronto, informazione/formazione rivolti ai

 genitori per un efficace raccordo educativo scuola/famiglia

METODOLOGIA

 Presa in carico distribuita

 Ricerca/Azione

 Approccio interistituzionale attraverso il lavoro di rete

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter